Il “MARKET ABUSE” è un compendio di norme e regole di Etica e Deontologia, di ascendenza internazionale, recepito e fatto proprio dallo Stato Italiano.

 

Il “MARKET ABUSE” è quindi un “patto d’onore” tra Soggetti che, operando sul Mercato, si impegnano a perseguire comportamenti in ossequio alle regole del rispetto reciproco, della concorrenza non maliziosa o pretestuosa, dell’adempimento delle convenzioni cui il Mercato delega la civile convivenza di Soggetti diversi, tra loro in rispettosa competizione.

 

Sono, quelle del “MARKET ABUSE”, “regole virtuose”, libere e volontarie ed in tanto in quanto libere e volontarie tanto più impegnative, in ragione della scelta responsabile cui sottendono.

Per ora, in Italia, solo VERITAS, SINCERITY e SINCERITY’s, Organismi di Accreditamento Federati FIODA ed Aderenti al Circuito Federale OPTYMUS (Asseverazione Organismi di Accreditamento), hanno volontariamente aderito con ciò testimoniando nei fatti che questi Organismi di Accredito non si limitano a testimoniarsi per Autocertificazione o semplicemente per atteggiamenti di deontologia autoreferenziale, bensì per coloro che volontariamente si assoggettano al controllo ed alla verifica “cogente” di una realtà terza che derime, controlla ed eventualmente sanziona, i comportamenti non in conformità con i patti liberamente sottoscritti.

 

Il “MARKET ABUSE” è quindi una reale garanzia per tutti gli aventi causa, una tranquillità per il Mercato e la tutela della libera concorrenza da ipotesi di pretestuose POSIZIONI DOMINANTI e/o da mire MONOPOLISTICHE cui, talvolta, il Mercato ha dovuto soggiacere in mancanza o in carenza di regole certe o di condivisa eticità e deontologia.

© 2018 by Ruggero Monti

  • c-facebook
  • Twitter Classic
  • Google Classic